NO MORE STUPID THINGS


Smentire per costruire
gennaio 8, 2009, 4:15 pm
Filed under: news, thesi

Bello come la smentita delle proprie idee da parte di se stessi sia una così piena e fantastica sensazione,

 

come la cangevolezza dei propri percorsi sia una costante di costruzione, come sia una folgorante intuizione quella di sgretolare le proprie sicurezze. Martello potente e leggero il pensiero che polverizza le proprie idee.  Non penso ci sarà bisogno di scrivere nessuna seconda opzione, una seconda ipotesi, visto come la prima si sta concretizzando nella sabbiosa atmosfera ch’è il turbine delle riflessioni. 

 

Bello come la smentita delle proprie idee da parte di se stessi sia una così piena e fantastica sensazione;

si ha come l’impressione di aver capito. 

M

ueeeeee

Annunci

2 commenti so far
Lascia un commento

In quale recondito angolo del nostro cervello si trova l’ispirazione? E’ possibile trovare la scatola nera che racchiude gli infiniti pensieri umani, sbirciare dietro la siepe di Leopardi, guardare nella borsa di Mary Poppins, guardare attraverso la serratura della porta che sigilla il tutto. Mi chiedo se un pensiero esista prima di essere formulato! E’ forse la nostra capacità di formulare domande che genera infinite risposte? o sono le risposte già nella nostra testa, sparse e senz’ordine, in attesa di una madre o un padre che le sappiano ordinare. E’ quindi l’ispirazione una risposta ad una domanda che non è mai stata fatta, come George W. Bush?

E se tutto d’un tratto la scatola esplodesse, se l’infinito fosse troppo grande anche per la nostra testa, se tutti i pensieri venissero a galla …

…si perderebbe il gusto! E’ l’attesa che da il gusto, il profumo delle cose, il loro rumore lontano, come il caffé la mattina. Non ti auguro caffé infinito,ti auguro solo di sentire il rumore della moka dei tuoi pensieri.

un abbraccio
Luciano

Commento di Luciano

smentire è perdere il troppo di se.
è rinnegare una parte di noi che occupa spazio.
una parte ingombrante fatta di posizioni di comodo che attutiscono l’impatto con le cose.

smentire è
annullare queste distanze, sgretolare quelle costruzioni di ostinazione e difesa, disfarsi dell’abito impermeabile in grado di trattene cio’ che ci da l’impressione di essere padroni di qualcosa,
corazzati di noi, pronti a scontrarci con il resto.

rinunciare a rimanere immobili.

perdere è
fare posto. creare spazio per accogliere. preparare tutto per l’incontro, con il resto.
essere pronti ad ospitare le emozioni, le intuizioni, l’altro che la vita ci propone, nel gratuito tentativo di farci immaginare un meglio diverso da noi.

spalancare le porte e aspettare, lasciarsi sfiorare, toccare e farsi attraversare, far si che questa perturbazioni del nostro stato di quiete crei nuova melodia
e nel frattempo vivere:
partecipare delle e alle cose, uniche Due Vie Due che conosco.

perdere vuol dire rischiare,
di essere liberi.

è sorprendente incontrare ancora gente coraggiosa.
Lu

Commento di lu




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: